Omaggio a Lele Luzzati

Uno degli illustratori italiani più pregevoli e amati: Emanuele Luzzati, artista versatile e poliedrico, scomparso a Genova il 26 gennaio 2007, che ha conferito prestigio al Premio di Letteratura per l’Infanzia Il Gigante delle Langhe, presiedendone le prime edizioni nella sezione illustrazione.

“Emanuele Luzzati ha sviluppato ogni espressione artistica, lasciando un segno come pittore, disegnatore, prolifico autore e illustratore di libri per bambini, capace ceramista, creatore di formidabili film di animazione, nonché autentico uomo di teatro, che con giocosa spontaneità si è divertito ad essere al contempo scenografo, costumista e decoratore.
Il mondo dell’infanzia è stato il costante centro gravitazionale dell’attività di Luzzati, che ha illustrato e rappresentato in modi sempre nuovi e originali i personaggi a lui più cari: dai Paladini, alle maschere della commedia dell’arte italiana, con una speciale predilezione per Pulcinella. Dai personaggi della tradizione operistica, come Figaro e Papageno, a quelli delle fiabe di Carlo Gozzi.
Luzzati è stato un artista vero: umano, vicino alla gente, di cui coglieva e riproduceva gli umori e le sensazioni con la sua inesauribile attività creativa. L’amore per la vita, per l’infanzia e per la cultura sono alla base di una convinta adesione al mondo delle biblioteche, che desiderava fossero tutte “piacevoli e festose”, “un luogo aperto”, denotato da un’atmosfera accogliente e dinamica. Così si spiega l’intensa partecipazione dell’artista alla vita della “De Amicis”, la storica Biblioteca Internazionale per ragazzi di Genova, della quale è stato padrino nel giugno del 1999, durante l’inaugurazione della nuova sede presso il Porto Antico.

Per rendere omaggio a questo impareggiabile Maestro, a partire dalla sesta edizione, il premio per l’illustrazione, è intitolato proprio a lui, Emanuele Luzzati, legato alle colline delle Langhe anche da vicende biografiche dolorose, perché, nell’Italia delle leggi razziali, la famiglia Luzzati trovò rifugio a Calosso, piccolo paesino dell’astigiano.
Un artista così sensibile e generoso non poteva non essere oggetto di un importante tributo di riconoscenza da parte della sua città natale, Genova, che gli ha dedicato un museo quando ancora Luzzati era nel pieno della sua attività: il Museo Luzzati, che si propone come un laboratorio di continua sperimentazione e la cui puntuale collaborazione permette al Gigante delle Langhe di crescere.”

(Francesco Langella)

Dal 2007, grazie alla collaborazione del Museo Luzzati, il Premio ‘il gigante delle Langhe’ ha l’onore di presentare il Premio Emanuele Luzzati per l’illustrazione, in omaggio al celebre artista che è stato tra i promotori della manifestazione, nonchè presidente di giuria durante le prime edizioni del Premio.
Lele Luzzati, nonostante l’età già avanzata, non mancò di prender parte agli appuntamenti in programma e diede, con la sua personalità ed estro artistico, il carattere speciale che ancora oggi caratterizza la manifestazione.

Omaggio a Lele Luzzati

Uno degli illustratori italiani più pregevoli e amati: Emanuele Luzzati, artista versatile e poliedrico, scomparso a Genova il 26 gennaio 2007, che ha conferito prestigio al Premio di Letteratura per l’Infanzia Il Gigante delle Langhe, presiedendone le prime edizioni nella sezione illustrazione.

Emanuele Luzzati ha sviluppato ogni espressione artistica, lasciando un segno come pittore, disegnatore, prolifico autore e illustratore di libri per bambini, capace ceramista, creatore di formidabili film di animazione, nonché autentico uomo di teatro, che con giocosa spontaneità si è divertito ad essere al contempo scenografo, costumista e decoratore.
Il mondo dell’infanzia è stato il costante centro gravitazionale dell’attività di Luzzati, che ha illustrato e rappresentato in modi sempre nuovi e originali i personaggi a lui più cari: dai Paladini, alle maschere della commedia dell’arte italiana, con una speciale predilezione per Pulcinella. Dai personaggi della tradizione operistica, come Figaro e Papageno, a quelli delle fiabe di Carlo Gozzi.
Luzzati è stato un artista vero: umano, vicino alla gente, di cui coglieva e riproduceva gli umori e le sensazioni con la sua inesauribile attività creativa. L’amore per la vita, per l’infanzia e per la cultura sono alla base di una convinta adesione al mondo delle biblioteche, che desiderava fossero tutte “piacevoli e festose”, “un luogo aperto”, denotato da un’atmosfera accogliente e dinamica. Così si spiega l’intensa partecipazione dell’artista alla vita della “De Amicis”, la storica Biblioteca Internazionale per ragazzi di Genova, della quale è stato padrino nel giugno del 1999, durante l’inaugurazione della nuova sede presso il Porto Antico.
Per rendere omaggio a questo impareggiabile Maestro, a partire dalla sesta edizione, il premio per l’illustrazione, è intitolato proprio a lui, Emanuele Luzzati, legato alle colline delle Langhe anche da vicende biografiche dolorose, perché, nell’Italia delle leggi razziali, la famiglia Luzzati trovò rifugio a Calosso, piccolo paesino dell’astigiano.
Un artista così sensibile e generoso non poteva non essere oggetto di un importante tributo di riconoscenza da parte della sua città natale, Genova, che gli ha dedicato un museo quando ancora Luzzati era nel pieno della sua attività: il Museo Luzzati, che si propone come un laboratorio di continua sperimentazione e la cui puntuale collaborazione permette al Gigante delle Langhe di crescere.””
(Francesco Langella)
Dal 2007, grazie alla collaborazione del Museo Luzzati, il Premio ‘il gigante delle Langhe’ ha l’onore di presentare il Premio Emanuele Luzzati per l’illustrazione, in omaggio al celebre artista che è stato tra i promotori della manifestazione, nonchè presidente di giuria durante le prime edizioni del Premio.
Lele Luzzati, nonostante l’età già avanzata, non mancò di prender parte agli appuntamenti in programma e diede, con la sua personalità ed estro artistico, il carattere speciale che ancora oggi caratterizza la manifestazione.

Omaggio
a Lele Luzzati

Uno degli illustratori italiani più pregevoli e amati: Emanuele Luzzati, artista versatile e poliedrico, scomparso a Genova il 26 gennaio 2007, che ha conferito prestigio al Premio di Letteratura per l’Infanzia Il Gigante delle Langhe, presiedendone le prime edizioni nella sezione illustrazione.

Emanuele Luzzati ha sviluppato ogni espressione artistica, lasciando un segno come pittore, disegnatore, prolifico autore e illustratore di libri per bambini, capace ceramista, creatore di formidabili film di animazione, nonché autentico uomo di teatro, che con giocosa spontaneità si è divertito ad essere al contempo scenografo, costumista e decoratore.
Il mondo dell’infanzia è stato il costante centro gravitazionale dell’attività di Luzzati, che ha illustrato e rappresentato in modi sempre nuovi e originali i personaggi a lui più cari: dai Paladini, alle maschere della commedia dell’arte italiana, con una speciale predilezione per Pulcinella. Dai personaggi della tradizione operistica, come Figaro e Papageno, a quelli delle fiabe di Carlo Gozzi.
Luzzati è stato un artista vero: umano, vicino alla gente, di cui coglieva e riproduceva gli umori e le sensazioni con la sua inesauribile attività creativa. L’amore per la vita, per l’infanzia e per la cultura sono alla base di una convinta adesione al mondo delle biblioteche, che desiderava fossero tutte “piacevoli e festose”, “un luogo aperto”, denotato da un’atmosfera accogliente e dinamica. Così si spiega l’intensa partecipazione dell’artista alla vita della “De Amicis”, la storica Biblioteca Internazionale per ragazzi di Genova, della quale è stato padrino nel giugno del 1999, durante l’inaugurazione della nuova sede presso il Porto Antico.
Per rendere omaggio a questo impareggiabile Maestro, a partire dalla sesta edizione, il premio per l’illustrazione, è intitolato proprio a lui, Emanuele Luzzati, legato alle colline delle Langhe anche da vicende biografiche dolorose, perché, nell’Italia delle leggi razziali, la famiglia Luzzati trovò rifugio a Calosso, piccolo paesino dell’astigiano.
Un artista così sensibile e generoso non poteva non essere oggetto di un importante tributo di riconoscenza da parte della sua città natale, Genova, che gli ha dedicato un museo quando ancora Luzzati era nel pieno della sua attività: il Museo Luzzati, che si propone come un laboratorio di continua sperimentazione e la cui puntuale collaborazione permette al Gigante delle Langhe di crescere.””
(Francesco Langella)
Dal 2007, grazie alla collaborazione del Museo Luzzati, il Premio ‘il gigante delle Langhe’ ha l’onore di presentare il Premio Emanuele Luzzati per l’illustrazione, in omaggio al celebre artista che è stato tra i promotori della manifestazione, nonchè presidente di giuria durante le prime edizioni del Premio.
Lele Luzzati, nonostante l’età già avanzata, non mancò di prender parte agli appuntamenti in programma e diede, con la sua personalità ed estro artistico, il carattere speciale che ancora oggi caratterizza la manifestazione.