Come nasce,
com’è organizzato
e cosa propone

Come nasce,
com’è organizzato
e cosa propone

Il Premio Nazionale di Letteratura per l’Infanzia ‘il gigante delle Langhe’ nasce nel 2001 a Cortemilia come progetto innovativo dell’Ecomuseo dei Terrazzamenti e della Vite.

Si ripropone un triplice obiettivo:

 

1. dar vita ad un Premio di letteratura dedicato ai bambini e ai ragazzi che fosse funzionale a creare sul territorio uno spazio fisico dedicato alla lettura, la Biblioteca, e uno spazio mentale incubatore di progetti e punto di riferimento culturale per la comunità locale, per la valle Bormida e l’Alta Langa;

2. dar voce alle potenzialità culturali del territorio dell’Alta Langa;

3. uscire dai confini geografici di prossimità credendo nell’importanza della cultura trasversale e capillare costruita a partire dal confronto e quindi da una rete nazionale composta da persone (studenti, insegnanti, bibliotecari, librai, scrittori, illustratori, referenti delle case editrici), idee, energie positive accomunate dall’amore per i libri, dal fascino della lettura e della narrazione, dalla creatività come attività fondanti del futuro delle nuove generazioni.

Il Premio si compone di tre sezioni principali, nate con l’obiettivo di mettere a confronto e in comunicazione i giovani scrittori (seconda sezione) con gli autori e gli illustratori professionisti (prima e terza sezione).

Il Premio si avvale di una prestigiosa Giuria Tecnica che costituisce un importante asset di serietà ed autorevolezza nei confronti delle case editrici, degli autori, degli illustratori e dei ragazzi.
La Giuria Tecnica è composta da grandissimi esperti di letteratura per l’infanzia tra cui Francesco Langella (direttore della Biblioteca Internazionale per Ragazzi “E. De Amicis” di Genova), Rosella Picech (giornalista e critica di letteratura per l’infanzia e i ragazzi), Antonio Rizzolo (co-direttore di Famiglia Cristiana, direttore di Gazzetta d’Alba e di altre riviste paoline), Cinzia Chigliano (illustratrice di fama nazionale ed internazionale), Sergio Noberini (direttore del Museo Luzzati di Genova e curatore unico delle opere del Maestro Emanuele Luzzati), Donatella Murtas e Valeria Pelle ideatrici del Premio, referenti di istituzioni territoriali tra cui la Fondazione Ferrero di Alba e il Comune di Cortemilia. La Giuria Tecnica è coinvolta nelle tre sezioni di cui il Premio è composto: narrativa, racconti dei ragazzi, libro illustrato.

Da alcune edizioni il Premio ‘il gigante delle Langhe’ ha deciso di affiancare alla Giuria Tecnica (che ha il compito di selezionare le due coppie di libri finalisti) una Giuria dei Ragazzi composta da lettori della fascia di età compresa tra gli 8 anni e i 14 anni a cui spetta il ruolo cruciale di scegliere il libro vincitore della categoria Narrativa per l’infanzia e il libro vincitore della categoria Narrativa per l’adolescenza.

Biblioteche e Scuole Primarie e Secondarie di Primo grado di tutta Italia ogni anno aderiscono al Premio coinvolgendo direttamente i ragazzi nella lettura dei libri finalisti. In occasione delle ultime edizione i lettori hanno raggiunto la quota di 2300 partecipanti affermandosi in modo indiscusso come la più numerosa, esperta ed entusiasta Giuria dei Ragazzi di ogni premio di letteratura ad oggi esistente in Italia e probabilmente in Europa.

Il Premio ha la stima di case editrici, autori ed illustratori che gli riconoscono autorevolezza, sensibilità, freschezza, immediatezza e democraticità. I vincitori della sezione di narrativa sono infatti decretati tali dalla votazione che indica la preferenza della Giuria dei Ragazzi.

Dalla XIII edizione il Premio promuove un concorso legato all’illustrazione e al disegno credendo nell’importanza della comunicazione visiva, per immagini oltre che in quello della parola scritta. L’iniziativa ‘gigante off’ è realizzata in collaborazione con la casa editrice Vànvere, specializzata in libri illustrati di altissima qualità.

Il Premio organizza la Settimana del Gigante come momento speciale che precede la grande Premiazione conclusiva. Durante tutta la settimana si svolgono spettacoli, laboratori, esposizioni, incontri con gli autori. Oltre alla Settimana il Premio organizza anche altri momenti di promozione della lettura e dell’illustrazione durante tutto l’anno, presso i locali della Biblioteca Civica di Cortemilia e presso altre sedi in occasione di incontri in cui viene invitato a partecipare.

Il Premio si avvale del patrocinio dell’A.I.B. Associazione Italiana Biblioteche e del M.I.U.R. oltre che della collaborazione con istituzioni regionali e locali, del sostegno istituzionale e privato.